Un mese dopo

 

di L. Caselli

 

Vediamo un po’.

Cosa dice oggi il rettangolino in basso sinistra. 569 e 2834.

Però questo è quello che non funziona bene, non li conta tutti.

Andiamo a vedere quello nascosto che solo io e pochi altri conoscono.

786 accessi e 4621 pagine viste, ed ha cominciato a contare una settimana dopo.

Ma.. non sono tantissimi, ma neanche pochi.

 

Allora.. questo 4,2%, questo 4.02%,il 16,58% entra dalla nuova home page, il 36,79% entra dal “vecchio” sito di Franz, il 17,1% dal Club, il 19,18 da quel blog (però non male essendo solo pochi giorni…), il resto per i fatti suoi.

Numeri, quanti numeri.

 

Però questo americano, quasi tutti i giorni, e guarda quasi sempre solo la home page.

Evidentemente gli piace.

E questo tedesco che ci viene a trovare spesso, chi sarà mai?

Un genovese recidivo e uno che si collega sempre con il cellulare.

Forse è il malgaro. No, questo ha una risoluzione video troppo alta.

C’e perfino un cinese, ma è uscito subito. O non gli è piaciuto, o siamo stati censurati e lui è finito in galera.

Guarda questi, Polo Chimico, Università, Banca, Scuola …….

Invece di lavorare.

E poi il PIL cresce solo dello 0,1% su base annua “forse” e il rapporto deficit/PIL sale “sicuramente” altro che 3%.

Ancora numeri. Basta.

 

Però, questi due soggetti, bella percentuale di visite, sono in testa alle classifiche da un bel po’.

Speriamo che scrivano qualche altro racconto.

Vertigo” sale molto ripida e gli “Echi nel bosco” si stanno affievolendo.

Intra di qua e di là” funziona.

Del resto “l’Obsoleto“ è uno dei più letti anche sull’ “ispiratore” ed è diventato anche blogger sull’ “ispiratore”.

 

Le news vanno alla grande, seconde dopo la home.

Per fortuna che da Trento “avanzano” inesorabilmente.

 

Gli “incontri” sembrano essersi sbloccati. Ora bisogna sbloccare “expedition” e qui non sono molti “purtroppo” quelli conosciuti che possono farlo, si contano con due dita di una mano.

 

E’ un grande strumento internet.

Se avessimo scritto un libro con migliaia di copie vendute, non avremo mai saputo che il 5% ha letto le prime pagine e poi si è stancato, che il 15% è arrivato a metà  che l’80% ha terminato di leggerlo dei quali il 25% ha riletto il capitolo tre, e neppure che “Telecom” di Verona ci ha messo tre giorni a leggerlo e “Tiscali” di Ferrara sette, o che viene letto preferibilmente nei giorni feriali durante la pausa pranzo e alla sera dopo cena.

Un autore che scrive un libro sa se è piaciuto in base al numero di copie vendute ed alle recensioni.

Sul gradimento di un sito internet puoi sapere tutto o quasi e vi garantisco che intraigiarùn, anche se solo un sito “ferrarese”, grazie soprattutto al traino del “vecchio” sito di Franz ed ai recenti sviluppi extraferraresi non va male.

 

Ne è valsa la pena perdere qualche notte di sonno ed anche un personal computer. L’ hard disk del mio portatile non ha retto lo stress ed ha ceduto (forse non era cosi hard).

Io essendo un po’ più hard del mio ex hard disk spero di reggere ancora un po’, per continuare a vedere i risultati delle mie notti insonni e del lavoro svolto dalla redazione.

Spero che anche voi continuiate a leggere, fregandovene del PIL e del rapporto deficit/PIL, e magari anche a scrivere su intraigiarùn.

Se poi volete sapere qualche “numero” sul vostro scritto…..

 

Leonardo Caselli

 

P.S. : Speriamo anche che abbiano rilasciato il cinese così forse torna a farci visita