a "Il sogno nel cassetto" di Ruggero Boaretti e "Biancograt" di Zeno Benciolini
 

di Roberto Avanzini

 

I racconti che compaiono su Intraigiarùn presentando come tema l’alpinismo classico sono sempre molto piacevoli.

Mi riferisco ad esempio agli ultimi due pubblicati “ Il sogno nel cassetto ” di Ruggero Boaretti e “ Biancograt ” di Zeno Benciolini.

Pur con aspetti differenti in entrambi si respira una buona aria, aria di alte cime, di spazi aperti, di neve e ghiaccio pestati, di nuvole veloci all’orizzonte.

Curiosamente tutti e due gli scritti affrontano, ovviamente da punti di vista diversi, l’argomento della tenacia davanti alle difficoltà organizzative o meteorologiche.

Merito dei due autori è quello di averci trasportato con loro in queste due esperienze “veramente alpinistiche”, proprio nell’accezione originale del termine.

Oltre alla piacevole scrittura i due racconti si fanno apprezzare per le immagini che li accompagnano.

Ultimamente molti racconti del sito sono corredati di immagini con risultati positivi per l’espressività degli stessi.

Certo le fotografie non sono sempre indispensabili, ma che siano tecnicamente perfette o no (anzi, a volte più le seconde) rendono bene lo spirito del momento immortalato.

Inoltre la sezione fotografica del sito permette anche ai più “timidi” di esprimere le loro sensazioni alpestri.

Comunque che si tratti di racconti o immagini io con Intraigiarùn mi diverto sempre, quindi lunga vita ai redattori!