...ancora del seracco della Presanella

 

di Zeno Benciolini

 


Dopo avere inviato in redazione il suo racconto "La luce dopo il monsone", Francesco Pompoli ci scrive:

"Ciao, ci siete? Sono rimasto di stucco a rivedere il pensile (ex pensile...) della Presanella, ho trovato in rete qualche interessante foto, guardate che cambiamento. Magari tra i vostri archivi avete altri punti di evoluzione, sarebbe bello che Gabri ci scrivesse qualcosa ..."

 

Come avete potuto leggere, la Redazione aveva risposto puntualmente all'invito di Franz, documentando anche fotograficamente le trasformazioni del ghiacciaio pensile.

 

Con piacere abbiamo ricevuto un altro "contributo" da chi quel pensile aveva salito prima che crollasse e così vi proponiamo testo e immagini. 

 

 


 

 

Era il 21 giugno 1992, avevo 21 anni ed è stata la mia prima salita in piolet-traction. 


Le foto erano state scattate dall'amico e compagno di cordata Patrick Solero, e queste copie le conservo gelosamente nel mio archivio.

 


Inutile dire quanto intenso sia in me il ricordo di questa salita, che mi fece scattare qualcosa dentro che non mi ha più abbandonato. 


Forse quella cosa che l'amico Mauri chiama, se non sbaglio, piccozzite?

 

(Zeno Benciolini)