a "Un sogno a forma di diedro" di Gabriele Villa

 

di Paolo Gorini

 

 


Cento 21.01.2010

Sala Operatoria Ospedale "SS Annunziata"
 


Caro Gabriele,
 

nell'intervello fra due interventi ho avuto il piacere di leggere il tuo mega-articolo con l'intervista sulla "Su Alto".

L'ho apprezzato in tutto e per tutto, ma soprattutto per la "sensibilitą per la montagna" che trasuda da ogni parola.

Ti ringrazio moltissimo e penso che anche Chicco condivida.

Grazie ancora e arrivederci al Monodito.

Paolo