alla serata presso la sede del CAI Ferrara

 

una storia... un sito... e le avventure di carta 
 
 

di Gabriele Villa, Leonardo Caselli, Maurizio Caleffi, Francesco Pompoli



Il tempo vola, corre via, succedono cose, incalzandosi, rincorrendosi, a volte strattonandosi le une con le altre...

E' passato pi¨ di un mese dalla bella serata che abbiamo trascorso presso la sede della sezione del CAI Ferrara per presentare la storia e le "avventure di carta" raccolte nel "nostro" sito intraigiar¨n e ancora non abbiamo avuto il tempo di raccontarlo, di presentarne qualche immagine a ricordo, soprattutto per chi non ha potuto esserci.

 

 

Era giovedý 24 febbraio e la serata concludeva il ciclo dei "giovedý del CAI", una serie di appuntamenti nei quali alcuni soci presentano normalmente immagini di gite in terre esotiche o di attivitÓ sociali svolte in montagna.

Questa dunque si presentava giÓ in partenza come serata un po' "anomala" perchŔ il viaggio raccontato non sarebbe stato reale e concreto, ma un viaggio immaginario, una "navigazione", per dirla con il linguaggio di internet, dentro alla storia decennale di un sito, assieme ai suoi autori e alle loro "storie di carta", intraigiar¨n per l'appunto.

Eravamo non solo emozionati, ma soprattutto curiosi di vedere quanti avrebbero risposto con la voglia di venire a curiosare per scoprire chi e che cosa pu˛ esserci dietro ai tanti racconti letti sullo schermo di un computer.

A dire il vero quaranta persone non ci sono sembrate poche, ma al di lÓ del numero ci ha colpito la forte partecipazione che si Ŕ percepita, forse spiegata dal fatto che abbiamo potuto verificare nel corso della serata che quasi tutti erano lettori abituali del sito e molti gli autori presenti, pochi per contro i "curiosi", ma comunque qualcuno c'era di quelli che di intraigiar¨n avevano soltanto sentito parlare da qualche amico o conoscente.  
 


 

Ci ha colpito di pi¨, ed anche emozionato, lo spirito di partecipazione e di amicizia di chi (e ci˛ va sottolineato) Ŕ venuto anche da lontano dando ancora pi¨ significato alla sua presenza: c'Ŕ chi Ŕ arrivato da Cento, chi da Molinella, chi da Malalbergo, altri da Gualdo e Formignana, da Bologna, da Pieve Tesino, dalla Val Malene e chi da Trento.

Non lo diciamo per enfatizzare ma per rimarcare la soddisfazione di vedere e toccare con mano nella realtÓ quella

comunanza invisibile, ma tenace, che ha legato insieme autori che scrivendo storie da affidare alla rete hanno anche saputo dare vita ad un forte legame di amicizie che lý ha potuto avere concreta visibilitÓ.  

Proprio per questo tra i complimenti pi¨ graditi ci sono stati quelli del presidente della Sezione del CAI di Ferrara, Tomaso Montanari, per "la serata, ma soprattutto per il bel gruppo di amici che siete riusciti a mettere insiemeö.

Un ringraziamento particolare va a Giampaolo Sottili, per gli amici GPL, che per tre settimane, quasi tutti i giorni, ha "smanettato" sul computer, assieme a Gabriele, per dare vita alla presentazione multimediale della serata. 

 


 


 

Le foto della serata, dall'alto verso il basso e da sinistra verso destra:
 

1) Beatrice guarda GPL e Maurizio che mettono a punto gli ultimi dettagli della serata, mentre alle loro spalle   

    chiacchierano Beniamino, Claudio e Tiziano.

2) Mauro Loss e Christian Marchetto, due trentini che si ritrovano a parlare... fuori regione.

3) Confuso tra il pubblico, con un'espressione quasi "seria", Angelo Bolognesi, alias Bib˛.

4 e 5) Gli autori presenti vengono presentati al pubblico a fine serata.

 

Le foto 1 - 2 - 3 sono di Gabriele Villa; le foto 4 - 5 sono di Stefano Bonetti.