a "La corda invisibile" di Claudia Mattiauda

di Mauro Loss


E' vero la corda che unisce due compagni di scalate è un qualcosa di concreto, qualcosa che puoi stringere con mano, palpare, sentire ma dietro a questo qualcosa di concreto c'è, qualcosa di invisibile e molto più profondo.

Quel qualcosa che hai ben individuato e che è bene tenere stretto e caro nel cuore.

Quel qualcosa che scalda e lega più di ogni corda e che soprattutto rimane anche quando la corda, quella reale, quella concreta, non ci sarà più: l'amicizia e la stima.