a "Un giorno d’agosto… sulla parete d’argento" di Mauro Loss

di Cristiano Pastorello


Il bello dei racconti di Mauro è che leggendoli non emergono, gradi, difficoltà tecniche, gesti eroici; emerge invece un profondo senso di amicizia che unisce Lui ai compagni di cordata.

La montagna funge da catalizzatore, se hai affinità ti unisce in un attimo.

Mauro grazie per il racconto e grazie per tutte le pause pranzo passate alla Vela, muoviti con sto ginocchio che ci sono progetti che ci attendono.