a "Una serata sulle orme di Renato Casarotto"

di Gaetano Soriani


Eravamo in tanti venerdì 26 luglio nella sala della Magnifica Comunità a Pieve di Cadore, venuti per Goretta Traverso, moglie del grande Renato Casarotto, invitata come ospite d’eccezione dal Gruppo Rocciatori Ragni di Pieve di Cadore.
La serata presentata e condotta magistralmente dal giornalista di Rai 3 Regione, Giuseppe (Bepi) Casagrande, ha percorso attraverso la proiezione di immagini commentate e descritte da Goretta, i momenti più significativi del grande alpinista vicentino, dalle grandi solitarie invernali all’alpinismo extraeuropeo.

Una donna minuta, capelli corti, umile e schiva come Renato, ma con una grande personalità e sensibilità, Goretta ha ripercorso le tappe più significative della sua vita con Renato e delle tante imprese in cui lo ha accompagnato attendendolo sempre al campo base coronando anche un sogno, quello di condividere con lui la vetta di un 8000 fino all’ultima tragica impresa sul K2.

Numerose le testimonianze e gli aneddoti degli alpinisti presenti che hanno conosciuto Casarotto e che hanno arrampicato con lui:
Maurizio Dall’Omo, Ferruccio Svaluto Moreolo, Marco Bertoncini, Urbano Tabacchi e altri.
Casarotto infatti, classe 1948, aveva fatto la naja nella caserma di Tai nel 7° Battaglione Alpini Cadore dove aveva cominciato ad arrampicare e dove era nata la sua grande passione per la montagna.

Nell’estate del 1981, già famoso, volle ritornare in Cadore con la moglie Goretta e, tramite Marco Bertoncini che aveva conosciuto poco tempo prima al corso guide, conobbe altri componenti del Gruppo Ragni di Pieve di Cadore.
Iniziò quindi un breve ma intenso “periodo cadorino” durante il quale scalò con i Ragni diverse vie classiche oltre ad alcune nuove vie.

Al termine il presidente dei Ragni di Pieve, la guida alpina Alex Pivirotto, ha consegnato a Goretta una pubblicazione a ricordo della serata e due giovanissimi Ragni che avevano da poco fatto la ripetizione di una delle vie più famose di Casarotto, il mitico diedro sud dello Spiz di Lagunaz, sono andati a stringere la mano a Goretta Traverso in segno di omaggio.

Grande serata e grande atmosfera.

Gaetano Soriani
Pieve di Cadore, 26 luglio 2013