a "O adesso o mai più!" di Francesco Moretti

di Claudia Mattiauda


Ho letto il suo breve racconto, caro signor Francesco, e mi è piaciuto molto.

E' vero, come ha detto Gabriele, dal suo scritto traspare un velo di malinconia per il tempo andato, ma ciò che emerge di più sono la determinazione, la voglia di portare a termine un progetto rimasto in sospeso, la soddisfazione della meta raggiunta.

Le faccio i miei complimenti anche per le numerose foto che ha inserito, tra cui l'autoscatto che trasmette tutta la gioia che ha provato nell'essere arrivato sulla cima e che ha sicuramente comunicato in ciascuno di noi che ha letto il suo racconto.