a "A Vetan, si può dire NO" di Alessandra Panvini Rosati

di Mauro Loss


Bello, bello, bello.

Una storia triste, ma di una tristezza sana che fa tanto vita, che fa tanto vita vissuta.
Una tristezza che trasmette forza.
La forza che ci vuole per vincere le avversità che la vita ci propone.
La forza di riuscire a mollare tutto, a tagliare i ponti con la propria famiglia per amore della stessa.
La forza per affrontare le fatiche di ogni giorno a testa alta e con grande dignità.

Alla fine una lacrimuccia fa fatica ad essere trattenuta.