a "Doppia coincidenza tra Val del Sarca e Val d'Adige"

di Gabriele Villa


Quante volte capita di incontrare persone che si conoscono in luoghi strani, impensabili ...
Magari in città sono mesi che non li vediamo e poi li incontri, chessò, al Passo Rolle.
Ma che coincidenza? Ma pensa te! Ma cosa fai qui? Ma che strana combinazione! ...

A noi era capitato di incontrare tre persone sui Lastoni di Dro, durante una scalata e i tre salivano a sinistra, in un settore di parete in cui non erano segnalate vie e non ci era voluto molto a capire che erano stati proprio loro ad aprirne una e ora la stavano diligentemente ripulendo con ammirevole scrupolosità altruistica.
Avevamo chiesto, a quello che dei tre era parso "il capo", se potevamo farne la prima ripetizione e questo ne fu contento, anche se ci disse che, la nostra, sarebbe stata la seconda ripetizione, poichè la prima l'avevano appena completata due suoi amici i quali, a conoscenza della sua salita, si erano dati da fare per esserne i primi ripetitori. 
Avevamo poi scoperto che quell'arrampicatore era il primo salitore di tre delle quattro vie presenti sulla parete e così ci avevamo piacevolmente conversato a fine giornata e scattato anche una fotografia a ricordo.
Quell'incontro, oramai abbastanza lontano, datato novembre 2009, fu l'occasione per realizzare un Rock Notes e dare così gli ultimi aggiornamenti sulle vie presenti sui Lastoni di Dro.


   Valle del Sarca - Lastoni di Dro - Novembre 2009           Val d'Adige - Parete dei Tessari - Aprile 2015         


Il caso ha voluto che, in una delle ultime arrampicate alla parete dei Tessari, durante la scalata di una via sconosciuta, ma che appariva ripulita di recente con un'opera meticolosa di disgaggio e disboscamento, fossimo affiancati da un'altra cordata, il cui primo aveva una faccia conosciuta.
Alla spontanea domanda "ma dove l'ho già incontrato questo qui?" che, probabilmente, ci eravamo fatti entrambi, non si poteva rispondere che con una richiesta di presentazioni e così, ancora una volta ... "ma che coincidenza? Ma pensa te! Ma cosa fai qui? Ma che strana combinazione!"
E fin qui, la coincidenza non avrebbe nessuna straordinarietà: due arrampicatori che si rivedono a distanza di sei anni su di una parete di fondo valle, può rientrare in una casistica abbastanza normale.
Il fatto è che se questo ti dice che la via l'ha aperta lui neanche un mese prima e quella che stai facendo è la prima ripetizione, beh allora, questa "doppia coincidenza" è fuori da ogni regola di ordinarietà.
Sì, per la seconda volta incontravo Mario Brighente e per la seconda volta ne stavo ripetendo, in assoluta anteprima, una via appena aperta: la volta precedente in Valle del Sarca, questa volta in val d'Adige.
Devo dire anche che, molto gentilmente, alla mia offerta di farlo passare davanti, mi aveva lasciato la precedenza e il piacere di una "scoperta" e della "prima" a tutti gli effetti.

Ci siamo lasciati a termine salita, confermandoci il piacere del nostro fortuito incontro.
Per me, inoltre, l'inaspettata scoperta di avere effettuato la prima ripetizione di una via nuova.
Non mi resta che attendere il prossimo incontro e, magari, perchè no?, un'altra prima ripetizione.