a "Io sono un albero" di Alessandra Panvini Rosati

di Umberto De Giovanni, Andrea Cherubini, Bianca Salvini, Stefania Spinelli, Elisabetta Manetto


E brava Ale nel marasma di Expo15 nel quale tutti discutono di agricoltura, cibo e acqua, lei ci porta a conoscenza un monologo teatrale.
Il protagonista č un albero, non un albero come scrive Ale "altolocato", ma un nostro albero milanese.
Ecco ci sediamo ed ascoltiamo i suoi pensieri, le sue riflessioni ... che bello.
Nei racconti di Ale compare sempre una storia d'amore ed una vena di simpatica ironia che ci aiuta a sorridere.

(Umberto De Giovanni)


Bellissimo racconto, molto attuale e molto vero!

(Andrea Cherubini)


Racconto ben scritto, ben articolato e per alcuni versi anche commovente, con uno stile personalissimo e fluido.
Complimenti all'autrice.
Cordialmente

(Bianca Salvini)


Brava Alex!
Non sapevo avessi anche doti letterarie.
Davvero carino e originale il tuo racconto.
Lo stile č vivace e scorrevole.
Aspetto il prossimo!

(Stefania Spinelli)


Carissima Alessandra,
grazie del tuo racconto " Io sono un albero " che abbiamo letto con piacere.
Questo albero pensante e parlante esprime i tuoi desideri, le tue osservazioni come persona amante della natura e dell'umanitā intera.
Il racconto fa riflettere su quanto poco il mondo odierno rispetti la natura, ignori i benefici che essa ci dona gratuitamente, senza altra richiesta che un poco di considerazione e amore.
Brava, brava, brava.

(Elisabetta Manetto)