a "il CAI racconta" ... due giorni sulla parete nord-ovest del Monte Civetta

di Francesco Pompoli


Un grande esempio di cosa significa "PREPARAZIONE", Chicco ha sempre affrontato tutte le sue attività con una incredibile forza mentale, una metodica preparazione durante la quale tutto è scientificamente valutato: dai bivacchi all'alimentazione, dall'allenamento specifico all'affiatamento della cordata, tutto ciò è emerso durante la presentazione delle diverse salite che hanno preparato il grande exploit sul Philipp Flamm.

Ho ripensato a quando si allenava per correre in montagna correndo sui valloni delle mura per ore, sotto il sole estivo delle 13:00, oppure a quando preparava gran fondo ciclistiche in montagna allenandosi sull'argine del Po, mettendo insieme un migliaio di metri di dislivello salendo e scendendo centinaia di volte le rampe degli argini stessi, o ancora le ore passate attaccato al tetto della palestra con dei pesi sulla schiena, a testa in giù come un pipistrello. Una determinazione ed una carica che non ho mai incontrato in altre persone "normali" e  che
credo invece contraddistinguano alcuni grandi campioni dello sport.

Accanto a questo, aggiungo il termine "AGGREGAZIONE", perchè nonostante sia così focalizzato sui suoi obiettivi riesce contemporaneamente a stimolare, richiamare e unire tante persone, non solo alla serata di mercoledì, ma anche in palestra, oppure nelle uscite di gruppo in montagna.

Che dire di più.... a volte penso che se si mettesse in testa di spaccare una pietra con lo sguardo ci potrebbe riuscire!