a "Solo sul Settimo Cielo" di Tommaso Furlani

di Mauro Loss


"... non č stata una grande impresa alpinistica..."

La prima cosa che mi č venuta in mente mentre leggevo il racconto e la frase č stata "perché???" e proprio con i tre punti di domanda.

Dopo le tue disavventure, ... a proposito, da secondi si arrampica sempre peggio, spesso con lo zaino che impaccia e con la testa che giā pensa al tiro successivo quindi non mi preoccuperei troppo, ... dopo il tuo essere malmostā, il rimettersi in gioco mentalmente, fisicamente, psicologicamente, il cercare informazioni, il prepararsi alla nuova avventura sono i connotati per "un'impresa", che poi questa sia grande o meno dipende da te e non dal giudizio degli altri.

Ognuno deve gestire le sue paure e provare a vincerle.
Ognuno ha il suo proprio Everest.
Oggi il tuo era una via sulla parete Regina del Lago...
Domani chissā.