CURIOSITA'. 07/04/2015 - Svizzera, sulle Alpi nascerà il grattacielo più alto d'Europa

Lo studio di architettura americano Morphosis Architects, guidato dal vincitore del premio Pritzker Prize, Thom Mayne, ha presentato il suo nuovo e avveniristico progetto: una torre "specchiata" di 381 metri di altezza da "installare" a Vans, sulle Alpi svizzere.
L'edificio di 53.000 metri quadrati, che ospiterà un albergo, comprende centosette tra camere e suite, oltre a centri benessere, una sala da ballo, una biblioteca, ristoranti, sky bar e una galleria.
Ci sarà anche posto per una piscina e un centro fitness.

Ma la vera originalità di questo grattacielo di vetro, che verrà terminato nel 2019, è che rispecchierà il paesaggio circostante perché come spiegano gli ideatori: "Per quanto possibile l'hotel vuole essere una costruzione minimalista mimetizzata con l'ambiente circostante grazie a questo gioco di specchi. Per riuscire a regalare un colpo d'occhio etereo".
(La notizia è tratta da Repubblica.it del 27 marzo 2015 e le immagini sono della Morphosis Architects)


Nota della redazione
Con l'augurio che questo hotel/grattacielo non venga mai realizzato, la redazione non può esimersi dall'esprimere lo sconcerto per questo progetto che, realizzato in una valle alpina, appare ancora più mostruoso e assolutamente fuori luogo.
Verrebbe da ridere (se non ci fosse da piangere) nel leggere che "l'hotel vuole essere una costruzione minimalista mimetizzata con l'ambiente circostante grazie a questo gioco di specchi". 
C'è qualcuno che crede veramente si possa mimetizzare in una valle alpina una torre di 381 metri di altezza?