REDAZIONE. 09/05/2016 - Una favola moderna di Rita Vassalli e due commenti sui bolli rossi di Tessari

Con una scrittura scorrevole, come raccontasse una favola, Rita Vassalli racconta "La leggenda dell'uomo che amava i Sassi".
Un racconto di fantasia che forse trae ispirazione dalla realtà, da storie sentite raccontare, avvenute non così lontano nel tempo da non essere tramandate di voce in voce o sentite da qualcuno che le ha vissute in un luogo dei Colli Euganei di cui molti hanno memoria.


Arrivati altri due contributi alla questione "bolli rossi" per contrassegnare le vie di arrampicata alla parete dei Tessari:
il primo commento è di Mauro Loss, il secondo è dell'autore materiale dei bolli rossi. Da leggere entrambi.