Finalmente Etna!

 

di Mauro Loss

 

 

Penso all’Etna fin da quando, spulciando i libri sugli scaffali della libreria Disertori di Trento, mi capitò tra le mani un libretto dalla copertina verde pallido il cui titolo era “Scialpinismo sull’Etna”.
L’ho comprato e per molto tempo ha fatto solo bella mostra sulla mia libreria.
Ma il tarlo si era insinuato …. Bastava solo trovare l’occasione giusta e il tempo per organizzare!

Marzo 2007.
L’occasione è arrivata!
Antonino, un allievo del nostro ultimo corso estivo,
siciliano di Nicolosi, è a Bolzano per lavoro, non c’è tempo per incontrarsi, ma è l’occasione per sentirsi al telefono e scambiare velocemente due parole.
Prima di salutarci la butta lì: “… perché non vieni a trovarmi c’è tanta neve sull’Etna!
Detto e fatto.


Venerdì 16 marzo
Catania
Con Renata, Sabrina, Massimo, Dario e Sergio sono in centro a Catania a fare il turista.
Un giro in città, l’elefantino, il mercato del pesce e due passi sul lungo mare guardando in alto verso l’Etna e pensando ai due giorni successivi che si prospettano meteorologicamente buoni e intensi.


 

Sabato 17 marzo
Rifugio Sapienza - Schiena dell’asino - Cima Montagnola - Torre del Filosofo - Cratere di Sud/Est - Monte Nero - Giardino Alpino.




 

Domenica 18 marzo
Pian Provenzana – Frati Pii – Cima Santa Lucia – Pian Provenzana

 


Una montagna particolare, entusiasmante che offre tante possibilità con infinite varianti dove lo sciare è veramente puro divertimento e dove le condizioni nivologiche sono raramente pericolose.
Questo non implica che sia da sottovalutare, tutt’altro.
È sempre una montagna che raggiunge e supera i 3000 metri di quota e dove la mancanza di visibilità e il forte vento possono creare seri problemi.
Un viaggio e un’esperienza che invito tutti a fare.

Mauro Loss
Nicolosi 16 – 17  - 18 marzo 2007